• 18/05/2024

Agrifree a Vienna con la sua pasta Bio

 Agrifree a Vienna con la sua pasta Bio

Giorgia Fregnan in partenza per Vienna

Agrifree a Vienna con la sua pasta Bio. Nel frattempo l’export li ha già portati in Giappone

Giorgia Fregnan: “Ci siamo detti: noi ci proviamo! E fino a ora sono arrivate tante soddisfazioni”.

“Ci siamo detti: noi ci proviamo! E fino a ora sono arrivate tante soddisfazioni”: sono le parole di Giorgia Fregnan socia di Agrifree (link) società agricola di Porto Viro, socia di Coldiretti Rovigo, che ha portato oggi in mostra a Vienna la sua linea di pasta. Grazie a Ice, l’agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane l’azienda agricola di Porto Viro presenzierà a un workshop sul settore alimentare biologico italiano. E così la pasta di Giorgia e della sua società è arrivata in Austria, alla luce dell’interesse dimostrato dagli operatori austriaci per questa tipologia di prodotto. Scopo dell’iniziativa è la promozione di alimenti biologici “Made in Italy” a più di 60 operatori specializzati quali: negozi specializzati, importatori, distributori, grossisti, gastronomia, ristorazione (settore Horeca), Gdo, giornalisti, opinion leader e stampa specializzata. Il workshop era aperto solo a 30 aziende italiane e si terrà il 9 marzo 2023 presso Le Meridien Vienna. La giornata è stata interamente dedicata all’esposizione dei prodotti e allo svolgimento degli incontri B2B.

La società Agrifree nasce circa sei anni fa, nel solco di una lunga tradizione di coltivazione del grano nei terreni del Delta del Po. È socia di Coldiretti Rovigo e accreditata a Campagna Amica. Da alcuni anni l’azienda, completamente rinnovata e in mano ai giovani, è intenzionata a puntare con decisione al futuro. Per questo motivo ha intrapreso con convinzione la strada dell’agricoltura biologica, sfruttando la naturale fertilità del terreno, escludendo totalmente l’utilizzo di sostanze chimiche.

“Per noi è importante mantenere il metodo biologico della coltivazione dei nostri seminativi – commenta Giorgia Fregnan -. Il prodotto di punta è la pasta ottenuta esclusivamente da frumenti coltivati nel Delta del Po, ma con le nostre farine biologiche otteniamo una gamma di prodotti sfiziosi per le diverse occasioni: grissini, piadine, gallette e biscotti. Coltivare in biologico significa stabilire un patto di solidarietà con l’ambiente e la natura, producendo in modo sostenibile e responsabile. Inoltre, essendo l’azienda collocata nel cuore del Parco del Delta del Po, abbiamo ottenuto di inserire nel nostro packaging il logo identificativo della zona, l’azienda beneficia di questo inserimento in termini di distintività e viene consentito ai turisti, e non solo, di conoscere questo prodotto come locale e del territorio. Oltre al logo del Parco abbiamo ottenuto la possibilità di usare il marchio del turismo veneto Land of Venice”.

L’export dell’azienda portovirese ha raggiunto nel 2022 il Giappone, ma ci sono attuali valutazioni per i mercati dell’India, Egitto e Arabia Saudita, Sudafrica e Australia. “Siamo solo all’inizio, ma proseguiremo in questa avventura nei prossimi mesi: la nostra pasta sta raggiungendo Paesi per noi inimmaginabili, segno che i prodotti agroalimentari made in Italy sono ritenuti, come già noi sappiamo, di ottima qualità” conclude Giorgia.

 

Leggi altro

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche