• 03/03/2024

Bando per ridurre le emissioni di Co2

 Bando per ridurre le emissioni di Co2

Finanziamento di 3,6 milioni di euro per la ricerca scientifica con il bando a cascata dell’Università di Padova, capofila dello Spoke 6 del partenariato esteso Grins, Le Università fanno rete per ridurre le emissioni di Co2

Fare rete per ridurre le emissioni di Co2. È l’obiettivo del bando a cascata, aperto fino al 21 dicembre, lanciato dall’Università di Padova capofila dello Spoke 6 del partenariato esteso, finanziato dal Pnrr, Grins. Il finanziamento di 3.6 milioni di euro del bando, rivolto a università statali o enti di ricerca pubblici, mira alla progettazione di politiche per la riduzione delle emissioni inquinanti.

Come spiega la prof.ssa Paola Valbonesi, coordinatrice dello Spoke 6 e direttrice del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali ‘Marco Fanno’ dell’Università degli Studi di Padova, “il primo bando a cascata dello Spoke 6 rappresenta un’opportunità unica per promuovere la ricerca a supporto di politiche volte alla riduzione delle emissioni di carbonio.

I nostri obiettivi di lavoro come Spoke 6 sono vari e comprendono, tra gli altri, la creazione di scenari di decarbonizzazione, la lotta alla povertà energetica, la promozione dell’efficienza energetica delle abitazioni. Inoltre, ci impegniamo a sensibilizzare individui e comunità su consumi energetici responsabili, e – piu’ in generale – a promuovere comportamenti a sostegno della transizione ecologica, dagli acquisti verdi alla mobilità sostenibile.”

Politiche di riduzione della CO2: le attività dello Spoke 6. La riduzione delle emissioni di anidride carbonica è una sfida mondiale e la transizione ecologica sta diventando più complessa a causa di condizioni geopolitiche sempre più instabili combinate con progressi tecnologici rapidi e imprevedibili.

Per questo è fondamentale il pieno coinvolgimento degli attori del sistema economico (individui e comunità, imprese, istituzioni) che, unito all’impegno nella raccolta dati per la ricerca e per il disegno delle policy per la riduzione delle emissioni, rappresenta il filo rosso delle linee di ricerca dello Spoke 6 del progetto Grins.

Le linee di finanziamento e le tematiche del bando a cascata dello Spoke 6. Il bando a cascata dello Spoke 6 è stato progettato su due linee di finanziamento a loro volta declinate su undici specifiche tematiche di ricerca.

La linea A di intervento del bando si focalizza in primis sulla tematica della riduzione delle emissioni di carbonio nel settore delle costruzioni e dell’approvvigionamento energetico. Inoltre, finanzia ricerche per ridurre la domanda energetica e quindi abbattere le emissioni di CO2 da parte delle aziende di servizi pubblici. Fondamentali sono inoltre le politiche a bassa emissione di carbonio e delle strategie di sostenibilità nelle catene di approvvigionamento attraverso il finanziamento di progetti di ricerca focalizzati su settori come il turismo e l’industria alimentare.

Un ulteriore obiettivo della linea A è lo sviluppo di un Sistema Regionale Integrato di Contabilità Economico-Ambientale, per promuovere una crescita economica equilibrata e sostenibile. Finanziati anche progetti di resilienza e sostenibilità delle PMI nelle catene del valore globali, al fine di garantire un’economia solida e stabile per l’intera comunità.

La linea di intervento B si concentra sulle sfide legate alla sostenibilità nel Sud Italia attraverso il finanziamento di progetti che sviluppano politiche di riduzione delle emissioni e strategie di sostenibilità. In particolare, viene posto un accento speciale sul settore agroalimentare, un elemento chiave dell’economia meridionale.

Tra le tematiche finanziate rientra anche la raccolta di dati di monitoraggio ad alta frequenza, essenziale per comprendere le emissioni di Co2 e l’inquinamento costiero e valutarne gli effetti sulla salute umana. Inoltre, la linea B sostiene ricerche mirate a indagare le preferenze delle famiglie del Sud Italia riguardo agli investimenti in efficienza energetica nelle abitazioni e nell’edilizia sociale, con l’obiettivo di offrire soluzioni ad hoc per le comunità locali.

La gestione sostenibile dei rifiuti è un altro tema cruciale affrontato dal bando, poiché può contribuire significativamente a ridurre l’impatto ambientale e migliorare la qualità della vita. Infine, sono finanziati progetti volti a studiare le scelte dei consumatori, utilizzando insight comportamentali basati su evidenze, per promuovere politiche per la riduzione della CO2, coinvolgendo in modo attivo la popolazione nell’adozione di uno stile di vita più sostenibile.

“Il bando a cascata dello Spoke 6 della Fondazione Grins – conclude la prof.ssa Valbonesi – si distingue per la sua ampia copertura delle sfide ambientali e per l’approccio transdisciplinare alla promozione della sostenibilità. Attraverso le sue due linee di finanziamento, il bando affronta in modo completo e mirato questioni cruciali, dalla riduzione delle emissioni di carbonio nei settori chiave alla promozione della sostenibilità nel Sud Italia.

Le attività finanziate dovranno contribuire a creare un ponte tra la ricerca e le soluzioni concrete per una crescita più resiliente, inclusiva e sostenibile.”

Informazioni utili sul bando a cascata. La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è fissata per il 21 dicembre 2023. Le proposte progettuali dovranno essere inviate secondo le modalità indicate nel bando. Per visitare la pagina dedicata al bando sul sito web di Grins si prega di consultare il seguente link. Per consultare il bando direttamente dall’albo ufficiale dell’Università di Padova la pagina da consultare è raggiungibile tramite il seguente link.

Chi è Grins. Grins  è un progetto articolato in 9 Spoke che opera nell’ambito delle scienze economiche-politico-sociali e delle scienze dei dati, per fornire evidenze scientifiche che orientino le politiche pubbliche e le scelte di cittadini e aziende in contesti decisionali complessi.

La missione di Grins è la creazione della piattaforma digitale Amelia per poter dare accesso a dati, strumenti di analisi e reportistica di alta qualità, in modo tempestivo e facilmente consultabile per permettere di comprendere la realtà sociale, economica e ambientale del Paese a tutti gli attori del sistema economico: pubbliche amministrazioni, policy makers, ricercatori, imprese e famiglie.

 

Leggi altro su Primo Piano

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche