• 15/04/2024

Best of Wine Tourism: i magnifici sette

 Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Best of RIello premiati

Ecco i magnifici 7 del concorso Best of Wine Tourism, le imprese che hanno saputo distinguersi dalle altre in modo particolare e che concorreranno per il Global Best of Wine Tourism Award

 

Ogni anno la giuria internazionale di Gwc sceglie un vincitore internazionale per ciascuno dei 12 Paesi della Rete. Fra i sette vincitori che sono stati premiati quest’anno il vincitore internazionale sarà selezionato nel corso della Conferenza annuale che quest’anno si terrà a Losanna in Svizzera dal 22 al 26 ottobre.  L’anno scorso a Mendoza in Argentina la giuria ha assegnato il premio alla Cantina Pieropan “per aver realizzato una cantina che coniuga le più avanzate strutture tecnologiche ad affascinanti soluzioni architettoniche, in armonia con la natura circostante e nel rispetto del paesaggio delle colline del Soave”. Hanno ritirato, ieri sera,  il premio Teresita Pieropan e il progettista, Moreno Zurlo.

Quest’anno al concorso hanno partecipato 103 cantine vinicole e imprese di servizio alla filiera. Sono raccolte in una Guida che affianca alla mappa dell’offerta enoturistica anche un focus sull’oleturismo con la presentazione di 13 imprese olivicole che hanno aperto le porte al pubblico.

Di seguito segnaliamo l’elenco dei vincitori di Best of Wine Tourism con le relative motivazioni e una breve descrizione.

Categoria   Architettura e paesaggio: Casa Sartori 1898

“Per aver restaurato con maestria una villa ed un parco storico, trasformandoli in un’esperienza unica che unisce vino, arte e cultura creando un’armonia perfetta tra l’arte umana e la bellezza naturale del luogo.”

Benvenuti a Villa Maria, da oltre 120 anni cuore pulsante di Casa Sartori 1898. Un luogo speciale circondato da bellezza e natura: dal grande parco con le sue piante secolari, al vigneto Corte Brà racchiuso nell’antico brolo, il primo acquistato dal fondatore. Le sue cantine storiche, con le vasche di cemento e le botti di rovere, custodiscono gelosamente colori, profumi e sapori preziosi, tesori unici della Valpolicella; entrarvi significa vivere un’esperienza emozionante, che non può che concludersi assaporando nei vini tutta la nostra storia.

Punto di partenza e di arrivo del percorso di visita sarà il Wine Shop di Casa Sartori 1898, ricavato nell’originale portineria del custode della Villa, restaurato con una sensibilità ecologica che gli vale la certificazione Carbon Neutral e che offre anche servizi aggiuntivi, come uno spazio dedicato ai bambini e una colonna di ricarica per le auto elettriche.

Casa Sartori 1898

Categoria   Arte e Cultura: Farina

“Per aver sostenuto il dialogo fra Arte e cultura enologica  realizzando esposizioni di opere di artisti contemporanei di rilievo internazionale, all’interno degli ambienti della cantina, il cui  design si presta perfettamente ad esporre le opere d’arte selezionate nell’ambito del progetto “Art Ferment””.

Più di cento anni di storia legano la famiglia Farina alla terra, alla vigna e all’arte di fare vino. L’avvento della IVª generazione, rappresentata oggi da Claudio ed Elena, vede il suo insediarsi a partire dagli anni 2000. Inizia la fase rivoluzionaria di Farina che porterà ad un ampliamento della struttura con accoglienti sale ricavate nell’antica colombaia per degustazioni ed eventi. Nel 2019 ha inizio un ulteriore rinnovamento della struttura ricettiva, con nuove suggestive aree di accoglienza per le esperienze enoturistiche proposte oggi da Farina.

Accanto al magico “cubo” di vetro all’interno della storica corte, location ideale per eventi, ecco la modernissima Wine Boutique, dove degustare i vini dell’azienda accompagnati da prodotti gastronomici di eccellenza. Importanti investimenti anche in tecnologia sostenibile e in ricerca enologica. Accanto all’acciaio e al legno per vinificazione ed affinamento, I coreografici “Tulip”, tini in cemento grezzo e gli innovativi contenitori in gres ceramico sono la nuova affascinante sfida di Farina, per ottenere vini maturi ma freschi.

Veneto Economy - Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Categoria Esperienze innovative nell’enoturismo: Cantine Giacomo Montresor

“Per aver realizzato un museo che offre un’esperienza immersiva raccontando storia, cultura e territorio, in un percorso che coinvolge tutti i sensi offrendo al visitatore la cornice ideale per comprendere il contesto in cui nascono i grandi vini veronesi”.

Il vino è un’esperienza immersiva da vivere a 360 gradi tra racconto, cultura e territorio. Il nostro percorso inizia con la storia delle nostre cantine, indissolubilmente legate alla città di Verona. La nostra struttura si trova infatti a due passi dal centro storico.

Presso Montresor é possibile scoprire e vivere la cultura del vino in Valpolicella. Un’esperienza che ha come protagonista il mondo del vino: la nostra scelta è quella di aprire le porte della cantina, per farti assaporare i nostri prodotti, la storia e il territorio. L’ospitalità per noi di Montresor è diventata negli anni parte della filosofia che giorno dopo giorno portiamo avanti, con passione ed importanti novità. Crea la tua wine experience! Immergiti anche tu in un viaggio sensoriale per conoscere i sapori della Valpolicella: puoi scegliere tra due proposte di percorso vini con due formule di degustazione

Veneto Economy - Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Pratiche Sostenibili: Le Carezze

“Per l’impegno profuso nel creare un’oasi nella natura, prendendosi cura della flora e della fauna oltre che delle viti, coniugando la passione per il vino con la tutela dell’ecosistema”

Le Carezze Cantina Biologica: “Si trova nella pianura veronese su un territorio tra due fiumi, l’Adige ed il Fratta con un’estensione totale di 30 ettari, solo 11 dei quali sono coltivati con metodo biologico certificato fin dall’anno dell’impianto nel 2015. L’obbiettivo che sta alla base del progetto dell’azienda Le Carezze è il ripristino della biodiversità perduta nell’ultimo secolo con la meccanizzazione dell’agricoltura e l’utilizzo massiccio della monocoltura.

A tal scopo una parte importante della superficie aziendale è stata utilizzata per la messa a dimora di piante autoctone d’alto fusto e in pochi anni la campagna si è ripopolata di molte specie animali e vegetali. Seminiamo prati fioriti per incentivare l’impollinazione delle viti grazie alle api.

Durante le visite i turisti potranno passeggiare tra i vigneti, nel nostro rigoglioso bosco e tra le numerose specie di piante aromatiche stimolati nei sensi dai colori e dai profumi. Nel vigneto conosceranno nuove varietà di uva che noi riteniamo essere il futuro delle pratiche sostenibili: parliamo di uve resistenti ai funghi, conosciute come uve Piwi. Gli ospiti potranno anche assaggiare i nostri vini nella nuova sala degustazione, che può accogliere fino a 60 persone o partecipare ai nostri eventi a tema e alle molte cene-degustazione da noi organizzate.

Veneto Economy - Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Categoria   Ricettività: Valentina Cubi

“Per aver realizzato un ambiente esclusivo all’interno di un’antica corte rurale, ispirato alle materie prime tradizionali del territorio che invita a riscoprire il piacere della vita all’aria aperta e i ritmi di una cantina della Valpolicella”.

Valentina Cubi: “Acquistata questa azienda nel 1970 ci siamo imposti di produrre vini di qualità usando esclusivamente le uve da noi coltivate l’impegno ad operare nel rispetto della natura si è concretizzato nel 2007 iniziando la conversione al biologico.

Nel 2010 parte dell’azienda ha ottenuto la certificazione “bio”. I vini prodotti sono risultati di gradimento sia nostro che dei nostri clienti e ci hanno convinto a trasformare tutta l’azienda in “biologico” È maturato in noi il desiderio di far conoscere ad altre persone la realtà della vita in Valpolicella, così abbiamo deciso di aprire, adiacente la cantina, un Agriturismo dove poter ospitare le persone che desiderano vivere la realtà di questa fantastica terra.

Oggi 5 camere possono ospitare enoturisti che vogliono trascorrere qualche giorno in una zona tranquilla immersa nei nostri vigneti. I nostri ospiti assaggiando i nostri vini e visitando la cantina ed i vigneti entrano in una realtà fatta di persone serie e competenti, appassionate di vino, dedite alla qualità e alla bellezza. Attraverso la condivisione del nostro stile li rendiamo partecipi di ogni passaggio del nostro lavoro, dalla vigna alla bottiglia. Si organizzano assaggi con abbinamento cibo-vino, visite in vigneto ed eventi speciali”.

Veneto Economy - Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Categoria   Ristorazione: Osteria Domini Veneti

“Per avere realizzato tra Valpolicella e Lago di Garda, in un antico casale circondato da vigneti e uliveti, un luogo dove piatti e prodotti tipici trovano la giusta alchimia con l’eccellenza della produzione vinicola del territorio”.

Dal 1933 la storia di Cantina Valpolicella Negrar è la storia di uomini e donne dediti alla creazione di vini di qualità, sincera e viva espressione di un territorio: la Valpolicella. Un sorriso, lo sguardo attento e la dedizione dei nostri viticoltori in un luogo, che rimane nel cuore, sono le fondamenta della nostra Cantina.

Da anni l’Azienda è impegnata nel migliorare l’attività di ricezione e nell’offrire ai nostri ospiti la migliore esperienza possibile. La nuova “Osteria di Campagna” Domìni Veneti di Cavaion Veronese fa parte di un progetto di ospitalità esteso fra la Valpolicella e il Lago di Garda, che favorisce un turismo sostenibile, per gustare in loco il ritmo lento delle stagioni, i sapori dei piatti tipici a Km 0 e ottimi calici di Amarone, Recioto, Valpolicella e Ripasso

Veneto Economy - Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Servizi per l’enoturismo: Strada del vino Valpolicella

“Per l’attività di promozione del territorio attraverso iniziative di valorizzazione dei vini, dei prodotti tipici, dei percorsi turistici e di tutte le realtà economiche sociali e culturali”.

L’Associazione Strada del Vino Valpolicella si occupa di promozione del territorio attraverso la valorizzazione del patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico della Valpolicella. L’attività dell’associazione insiste sul territorio legato alla produzione del Vino Valpolicella, che si estende su 19 comuni, partendo dal comune di Dolcè e Pescantina, fino ad arrivare al comune di Montecchia di Crosara.

La nostra attività interessa quindi tutta la denominazione Valpolicella, zona rinomata per la produzione di vini pregiati come l’Amarone, il Recioto, il Valpolicella e il Valpolicella Ripasso. Uno degli obiettivi della Strada del Vino Valpolicella è quello di far conoscere i suoi soci, attraverso iniziative promozionali di vario genere. Tramite l’istituzione di punti informativi, la gestione del portale turistico ufficiale della Valpolicella e l’organizzazione di eventi, inoltre, è possibile conseguire un’altra tra le principali finalità dell’associazione: far conoscere le numerose risorse culturali, artistiche, naturalistiche ed enogastronomiche.

Veneto Economy - Best of Wine Tourism: i magnifici sette

Per saperne di più su Best of Wine Tourism

Leggi altro sulle imprese del Veneto

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche