• 15/04/2024

Blue economy pilastro dell’economia delle province di Venezia e Rovigo

 Blue economy pilastro dell’economia delle province di Venezia e Rovigo

Foto dalla conferenza degli Stati Generali

Blue economy pilastro dell’economia e della doppia transizione digitale ed ecologica delle province di Venezia e Rovigo

Un indotto importante che genera 2.084,10 milioni di euro di valore aggiunto nelle due province camerali ed impiega 46.718 addetti ai lavori.

L’Economia del Mare riveste una vitale importanza per le province di Venezia e Rovigo, le due province “marittime” del Veneto che contano rispettivamente 9526 (Venezia) e 2719 (Rovigo) imprese registrate presso la Camera di Commercio su un totale di 14.557 imprese registrate nel settore della blue economy (224.677 totale nazionale). In Italia la blue economy vale quasi 150miliardi di euro in termini di valore aggiunto, collocando il Bel Paese al terzo posto in Europa per ricchezza prodotta, dopo Spagna e Germania.

Questo importante dato è stato reso noto durante gli Stati Generali delle Camere di Commercio sull’Economia del Mare, tenutisi a Roma lo scorso 24 febbraio, alla presenza dei Ministri per la Protezione civile e per le politiche del mare Nello Musumeci e delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso.

Presenti agli Stati Generali, per Assonautica Venezia e per la Camera di Commercio di Venezia Rovigo, il Presidente Assonautica Venezia Marino Masiero assieme alla Dott.ssa Elena Magro, Direttrice Assonautica.

Secondo i dati 2021, la blue economy nelle province di Venezia e Rovigo ha portato, nel 2020, rispettivamente 1883,30 e 200,80 milioni di euro di valore aggiunto occupando rispettivamente 41.303 addetti ai lavori nella Città Metropolitana di Venezia e 5.415 in provincia di Rovigo.

I comparti coinvolti nell’Economia del Mare sono la filiera ittica, l’industria delle estrazioni marine, la filiera della cantieristica, la movimentazione di merci e passeggeri via mare, l’attività di ricerca regolamentazione e tutela ambientale e le attività sportive e ricreative.

“L’economia del mare è un pilastro fondamentale per l’economia di Venezia e Rovigo, le due province costiere venete, e, dunque, per la nostra Camera di Commercio – afferma il Presidente di CCIAA Venezia Rovigo Massimo Zanon – è importantissimo sostenere le aziende e tutta la filiera correlata. Per questo siamo a fianco di Assonautica Venezia nello sviluppo della blue economy con un occhio di riguardo alla doppia transizione digitale ed ecologica sostenibile a vantaggio di tutti: aziende, ambiente e cittadini.”

“Dopo aver sostenuto per anni la necessità di avere il Ministero del Mare – commenta il Presidente di Assonautica di Venezia Marino Masiero – ora è finalmente una realtà. Con il Ministro Nello Musumeci incontrato a Roma, grazie al Presidente di Assonautica Italiana Giovanni Acampora, ci siamo dati appuntamento per affrontare tutte le questioni aperte sia nazionali che locali in sinergia con la Camera di Commercio: il turismo lento della Laguna Veneta, lo sviluppo delle attività di itti e pesca turismo e l’accompagnamento delle imprese della Blue Economy venete nella oramai improrogabile transizione energetica e digitale. Fondamentale sarà il nostro apporto nel Comitato Interministeriale per le politiche del mare per la redazione del programma che porterà il nuovo Ministero ad avere le dotazioni finanziarie oggi mancanti.”

Da Camera di Commercio Venezia Rovigo

Leggi altro

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche