• 18/05/2024

CCIAA di Venezia Rovigo: proprietà industriale

 CCIAA di Venezia Rovigo: proprietà industriale

Ampliato dalla CCIAA di Venezia Rovigo il supporto alle imprese in materia di proprietà industriale

Maggiore operatività per il PatLib t2i operativo da marzo 2024 anche nella sede di Mestre. Avviato un nuovo servizio per garantire la data certa di origine dei progetti. 251 i marchi e brevetti depositati, a Venezia e Rovigo nel 2023 e 61 da gennaio 2024.

Sono stati presentati questa mattina, presso l’Auditorium Grimani nella sede camerale di Mestre, l’allargamento dell’operatività del centro PatLib Treviso T2i Scarl, da marzo 2024 operativo anche presso gli uffici della sede di Mestre, ed i servizi che la Camera di Commercio di Venezia Rovigo dedica, direttamente o attraverso T2i, alle imprese del proprio territorio in materia di proprietà industriale. È stato, inoltre, fornito un focus sui dati 2023 e 2024 dell’attività dell’Ufficio Marchi e Brevetti.

Durante la conferenza stampa di presentazione sono intervenuti il Presidente di T2i e Vicepresidente vicario della Camera di Commercio di Venezia Rovigo Gian Michele Gambato, il Dirigente Area Regolazione del Mercato, Ambiente, Trasparenza e Privacy della CCIAA Mario Feltrin, il Direttore di T2i Roberto Santolamazza e la Responsabile del PatLib Elisa Toniolo.

Il PatLib (Patent Library Office di EPO- European Patent Office) fornisce, alle aziende del territorio, servizi a supporto dello sviluppo della Proprietà Industriale nelle PMI quali analisi dei casi, individuazione di strategie personalizzate, ricerca documentale, analisi documentale e informazioni sulle procedure di internazionalizzazione di domande di privativa di tipo brevettuale, marchi e modelli (richiesta formale presentata da un inventore o un’azienda per ottenere il diritto esclusivo di produzione, utilizzo e vendita di un’invenzione o  di un marchio o di un prodotto per un periodo determinato, garantendo così la protezione dei diritti di proprietà intellettuale).

Alle attività del PatLib si affiancano le attività dell’Ufficio Marchi e Brevetti della Camera di Commercio che nel corso del 2023 e del 2024 hanno registrato numeri importanti. L’Ufficio, nel 2023, ha, infatti, gestito 1746 richieste di informazioni e numerose consulenze amministrative così suddivise:

  • 52 incontri dedicati ai brevetti e marchi presso il proprio sportello virtuale;
  • 53 consulenze di orientamento su marchi europei ed internazionali;
  • 6 consulenze di assistenza integrata con t2i;

T2i, inoltre, per conto della Camera di Commercio ha gestito direttamente 253 consulenze sui brevetti per conto dell’ente camerale.

Marchi e brevetti, registrati nel corso del 2023 nel veneziano e nel rodigino tramite il deposito presso la Camera di Commercio di Venezia Rovigo, sono in totale 251. La maggioranza delle registrazioni sono avvenute tramite procedura online, segno di una forte sensibilità alla digitalizzazione dimostrata dalle aziende che depositano marchi e brevetti.

I brevetti per invenzione depositati tramite procedura online (fonte dati UIBM) sono, infatti, 107 per la Città di Metropolitana di Venezia e 4 per la Provincia di Rovigo. I marchi depositati online sono, invece, rispettivamente 395 (Venezia e provincia) e 53 (Rovigo e provincia).

I primi mesi dell’anno in corso (dati fino a marzo 2024) sono in linea con i dati 2023. Da gennaio sono stati depositati 61 marchi e brevetti, di cui uno depositato presso gli uffici camerali e sono state gestite 370 richieste di informazione.

Le consulenze amministrative fornite allo Sportello virtuale sono state, 12 le consulenze di orientamento per il deposito dei marchi a livello europeo ed internazionale, 2 consulenze di assistenza integrata in collaborazione con t2i.

LA RETE PATLIB E IL PATLIB DI t2i

La Rete Europea dei “PatLib” è costituita da centri specializzati nella Proprietà Intellettuale in tutti gli Stati membri della Convenzione sul Brevetto Europeo. Questi centri, coordinati dall’Ufficio Europeo Brevetti e dagli uffici nazionali competenti, si dedicano a promuovere la cultura della Proprietà Intellettuale, specialmente tra le micro, piccole e medie imprese, per sostenere l’innovazione e gli investimenti in Ricerca e Sviluppo (R&D).

Ogni centro PatLib ha lo scopo di diffondere la conoscenza della Proprietà Intellettuale e offre servizi come formazione e supporto nella ricerca di brevetti, marchi e modelli industriali. L’accreditamento come PatLib avviene attraverso una convenzione tra l’Ufficio Europeo Brevetti, il centro e l’Ufficio Brevetti e Marchi nazionale.

L’accreditamento è mantenuto annualmente dimostrando il raggiungimento di una serie di obiettivi collegati al numero di utenti assistiti, alle attività di ricerca documentale erogate, alle attività di supporto di divulgazione realizzate.

t2i, società partecipata dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, è un centro PatLib dal 1999 e l’attività di quest’ultimo si inserisce nella collaborazione fra t2i e lo Sportello tutela proprietà industriale camerale di Mestre.

Garantisce tre livelli di intervento:

  • orientamento in materia di costruzione e gestione dei titoli di proprietà intellettuale;
  • potenziamento del ruolo della CCIAA Venezia Rovigo nella divulgazione della cultura della Proprietà Intellettuale;
  • informazione e supporto su nuove opportunità di valorizzazione e bandi.

Inoltre, organizza webinar (2 per il 2024 in collaborazione con Innexta), seminari (2 per il 2024), gestisce un’apposita newsletter informativa su marchi e brevetti, garantisce supporto tecnico all’ente camerale nella predisposizione di richiesta di Voucher SME Fund 2024 a favore degli utenti, fornisce supporto tecnico nell’analisi delle strategie di tutela degli asset immateriali che richiedono l’identificazione della data di origine di un progetto (data-certa) e gestisce la realizzazione delle procedure di attribuzione data certa.

I SERVIZI CAMERALI IN MATERIA DI TUTELA DELLA PROPRIETA’ INDUSTRIALE

L’Ufficio Marchi e Brevetti della Camera di Commercio di Venezia Rovigo si occupa di:

  • monitorare lo sportello fisico e fornire informazioni via telefono e via mail;
  • monitorare il Servizio di Orientamento per i marchi europei ed i marchi internazionali;
  • illustrare le procedure da attuare online per depositare un marchio o un brevetto attraverso il sito del Ministero;
  • correggere le pratiche di deposito;
  • effettuare ricerche attraverso le banche dati pubbliche ed insegnare agli utenti l’utilizzo delle stesse;
  • effettuare ricerche di anteriorità (servizio a pagamento).

Oltre ai servizi sopra citati, la Camera di Commercio di Venezia Rovigo, da inizio 2024, ha messo a disposizione delle PMI del territorio le informazioni sui bandi relativi alla proprietà industriale. L’ente camerale, inoltre, fornisce alle imprese assistenza nella compilazione dei bandi.

MARIO FELTRIN – DIRIGENTE AREA REGOLAZIONE MERCATO, AMBIENTE, TRASPARENZA E PRIVACY

“Per raggiungere e mantenere un vantaggio competitivo nel medio lungo periodo – spiega Mario Feltrin, Dirigente Area Regolazione del Mercato, Ambiente, Trasparenza e Privacy della CCIAA – è fondamentale, per ciascuna azienda, proteggere il proprio know-how, quindi le proprie idee, innovazioni, conoscenze e processi. Ecco perché l’aiuto da parte delle istituzioni gioca un ruolo fondamentale.

Tramite la nostra attività, oltre a trovare informazioni dettagliate sui vari bandi attivi, aiutiamo le imprese nella compilazione delle domande e indichiamo la documentazione necessaria per accedere al bando.”

 ROBERTO SANTOLAMAZZA – DIRETTORE GENERALE T2i

“Gli strumenti a supporto della Proprietà Intellettuale sono da sempre al centro dell’offerta di servizio di t2i come agenzia per la innovazione, con particolare focus sulle PMI – commenta Roberto Santolamazza, direttore generale di t2i – perché rappresentano una leva molto efficace per valutare i propri investimenti innovativi, ed indirizzarli al meglio.

Infatti, le analisi ed i report di anteriorità permettono di valutare strategicamente come indirizzare le proprie energie al fine di massimizzarne il vantaggio competitivo sul mercato, definendo anche nuove forme di valorizzazione del know-how secondo logiche di rete e di collaborazione lungo le filiere, secondo criteri di Open Innovation.

Questi strumenti sono anche al centro del servizio svolto come Incubatore Certificato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy – con sede fisica a Rovigo – supportando la nascita ed il consolidamento di startup innovative che, necessariamente, partono da una attività inventiva e sviluppando per portarla sul mercato.”

Fonte:  CCIAA Venezia Rovigo

VENETO ECONOMY- CCIAA di Venezia Rovigo: proprietà industriale

Leggi altro su Opportunità di Business

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche