• 19/06/2024

Idrogeno verde: incontro a Venezia

 Idrogeno verde: incontro a Venezia

Partner del progetto H2CE durante la visit study in Sapio

Idrogeno verde: a Venezia primo incontro dei 20 partner del progetto europeo sulla transizione energetica H2CE – Interreg central europe 2021 – 2027

Il 15 e 16 novembre all’M9 a Mestre e visita dal gruppo Sapio all’Hub dell’Idrogeno verde

È in corso il 15 – 16 novembre 2023 al Museo del’900 M9 a Mestre il primo incontro dei partner del progetto H2CE dedicato allo sviluppo di soluzioni per l’idrogeno verde, coordinato dal partner regionale Joint Spatial Planning Department Berlin-Brandenburg e organizzato da Unioncamere del Veneto.

Oggi i 20 Partner da tutt’Europa hanno visitato, nell’area portuale di Porto Marghera, il nascente Hub dell’idrogeno verde a Venezia del Gruppo Sapio, produttore di idrogeno da oltre 100 anni che vanta un’esperienza consolidata su tutto il territorio.

Il progetto di una Hydrogen Valley a Venezia, nato dalla collaborazione fra l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Sapio e Hydrogen Park, è di trasformare l’ecosistema portuale della laguna veneta in un nuovo polo di energia pulita basato sull’idrogeno. Nel contesto di questa iniziativa, Sapio si è aggiudicata dei fondi del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza per realizzare un impianto di produzione di idrogeno rinnovabile con una capacità di 5 MW, alimentato da un impianto fotovoltaico dedicato realizzato da Eco+eco srl del Gruppo Veritas.

L’incontro dei partner del progetto H2CE a Venezia è il primo in presenza, dopo la presentazione ufficiale di aprile 2023 a Potsdam in Germania. A Venezia, il consorzio di H2CE ha l’opportunità di consolidare la collaborazione sullo sviluppo del progetto e fare il punto sull’avanzamento dei lavori.

Il progetto H2CE risponde alle esigenze della transizione energetica europea, con un’attenzione speciale per modelli di pianificazione energetica facilmente replicabili al livello locale e regionale in Europa centrale.

Il progetto consente alle regioni interessate di coordinare lo sviluppo di infrastrutture per l’idrogeno e l’integrazione di soluzioni basate sull’idrogeno verde tra gli strumenti esistenti per la pianificazione territoriale e regionale.

Unioncamere del Veneto è il coordinatore del Work Package “H2-ready regions: Support mechanisms for energy system transition and participation” che mira a sviluppare un modello di sistema energetico per individuare un’infrastruttura per l’idrogeno efficiente sotto il profilo dei costi e collegarlo ad uno strumento basato su GIS che allinea i progetti e le attività interregionali di transizione all’idrogeno, per individuare le lacune e migliorane il suo utilizzo.

Unioncamere ha un ruolo di facilitazione e di diffusione di know how verso altri Enti e Istituzioni del territorio e, soprattutto, verso le imprese venete associate alla rete camerale del Veneto.

Sapio, fondata nel 1922 con sede a Monza, opera nel settore dei gas industriali e medicinali e nell’homecare su tutto il territorio nazionale in Italia, in Francia, Germania, Slovenia, Turchia e Spagna.

Con un fatturato di oltre 800 milioni di euro e 2400 dipendenti, produce, sviluppa e commercializza gas, tecnologie innovative e servizi integrati per il settore industriale. È membro attivo dell’Associazione nazionale idrogeno H2IT, di Hydrogen Europe e della Clean Hydrogen Alliance.

I gas tecnici trovano infatti applicazione in ogni settore produttivo, mentre nell’ambito della sanità Sapio affianca alla produzione e fornitura di gas medicinali per le strutture ospedaliere e socio-sanitarie, anche l’offerta di dispositivi medici, l’assistenza domiciliare integrata e le cure palliative.

L’obiettivo strategico di Sapio è di diventare la migliore azienda per cui lavorare, in cui investire e da cui acquistare, rappresentando un esempio per l’ecosistema in cui viviamo e fornendo prodotti e servizi che rendano il pianeta più sicuro, più sano e più vivibile.

Con questa visione e grazie al nuovo piano strategico Inspire (2023-2025), Sapio vuole diventare un attore di primo piano nel settore industriale, nella sanità, nei servizi per la ricerca clinica in Europa ed il partner preferito per la realizzazione della transizione energetica in Italia.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sul progetto H2CE: https://www.interreg-central.eu/projects/h2ce/

Leggi altro su Storie di Copertina

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche