• 18/05/2024

L’interscambio del Veneto Est con Bucarest

 L’interscambio del Veneto Est con Bucarest

Alessandra Polin

L’interscambio del Veneto Est con Bucarest: nei primi nove mesi del 2022 +27,7%

 Martedì 21 febbraio, ore 16.30 a Palazzo Giacomelli a Treviso, la firma e la presentazione dell’intesa per l’assistenza mirata alle imprese dell’area vasta Padova Treviso Venezia e Rovigo verso il Paese esteuropeo.

Romania: pnrr, mercati e supply chain, nuove opportunità.
Confindustria Veneto est e Confindustria Romania
Lanciano il primo ‘desk’ per le imprese

(Padova-Treviso-Venezia-Rovigo – 20.02.2023) – Da «ottava provincia veneta» (si diceva di Timisoara a cavallo del Duemila) a Paese dell’UE con solidi legami economici con l’Italia (secondo partner commerciale e quinto investitore straniero), la Romania è tra i primi dieci mercati per le imprese venete. Nei primi nove mesi del 2022 l’interscambio dell’area vasta Padova, Treviso, Venezia e Rovigo con Bucarest ha sfiorato i 2 miliardi di euro (1.992 milioni) con un aumento del +27,7% rispetto allo stesso periodo del 2019. Con 942 milioni di esportazioni e import per 1.049 milioni, vale il 64% dell’interscambio totale del Veneto e il 14,1% di quello nazionale. Molti i settori strategici per un ulteriore consolidamento della presenza imprenditoriale italiana, grazie alle opportunità generate da Pnrr, fondi europei, prospettive di ammodernamento di rete infrastrutturale e trasporti, buon tessuto industriale e grande disponibilità di risorse agricole e minerarie. Ma anche dalle nuove strategie per l’approvvigionamento e la supply chain.

È proprio per cogliere queste opportunità che Confindustria Veneto Est e Confindustria Romania siglano l’intesa che dà vita al primo Desk Romania del Sistema confindustriale, costituito presso Confindustria Romania, per attività di consulenza e supporto a favore delle aziende associate.
La firma e la presentazione del Desk Romania avverrà martedì 21 febbraio 2023, alle ore 16.30 a Palazzo Giacomelli a Treviso (Piazza Garibaldi, 13), nel corso di un incontro che farà il punto sul quadro geopolitico ed economico e le prospettive della Romania per il 2023, le opportunità commerciali e di investimento per le aziende, alla luce sia dei piani europei come il Pnrr romeno sia della situazione geopolitica dell’area, alla luce del conflitto nella vicina Ucraina.

I lavori saranno aperti da Alessandra Polin, Consigliere Delegata Confindustria Veneto Est per l’Internazionalizzazione e dagli indirizzi di saluto di Cosmin Lotreanu, Console Generale di Romania a Trieste e di Maria Luisa Meroni, Presidente di Confindustria Est Europa.
Seguirà l’intervento di Giulio Bertola, Presidente di Confindustria Romania che presenterà l’accordo tra le due Associazioni e il Desk a supporto delle aziende, insieme al quadro geopolitico ed economico della Romania e prospettive per il 2023, opportunità commerciali e di investimento.
Il programma proseguirà con due storie aziendali di successo in Romania e le testimonianze di Mirco Maschio, Presidente Maschio Gaspardo di Campodarsego (Un investimento strategico per presidiare i mercati dell’Est Europa) e di Iacopo Meghini, Amministratore Delegato Metalmont di Revine Lago (Da prima fornitura in un paese estero a principale mercato di export).

Da Confindustria Veneto Est

Leggi altre notizie simili

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche