• 15/04/2024

Sbocco a nord: la richiesta degli industriali bellunesi

 Sbocco a nord: la richiesta degli industriali bellunesi

Industriali bellunesi: ‘sbocco a nord, ora più che mai i tempi sono maturi per decidere’

“Dopo le parole inequivocabili del presidente Luca Zaia, che sul tema dello sbocco a nord ha recentemente interessato il ministro alle Infrastrutture Matteo Salvini, i tempi sono più che mai maturi per decidere e programmare un’opera strategica per l’intero quadrante orientale della nostra regione e per l’Italia intera”.
A dirlo è Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, che nelle settimane scorse – anche alla luce delle tensioni sul Brennero – aveva chiesto alla politica, locale e nazionale, di sciogliere definitivamente il nodo di un collegamento tra Veneto ed Europa centrale.
“È da anni che poniamo costantemente il tema, ma ora è il momento delle scelte. Siamo appena in tempo per programmare un nuovo futuro quando mancano tre anni alle Olimpiadi di Milano Cortina”.

“Lo sbocco a nord rappresenterebbe un tassello fondamentale per lo sviluppo integrato di questa regione, un vero e proprio anello di congiunzione tra l’Europa e i territori Unesco, dalle Dolomiti a Venezia, passando per i colli del Prosecco, ultima iniziativa di grande successo voluta proprio dal presidente Zaia”, afferma Berton.
Lo stesso Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Matteo Salvini è atteso sabato a Treviso per l’Assemblea di Anci Giovani e, a fine marzo, a Forni Avoltri per la presentazione del progetto del tunnel sotto la Mauria in un incontro voluto dal Comune.

“Nei giorni scorsi, sempre a Treviso, Salvini ha ribadito la strategicità della Superstrada Pedemontana Veneta portata avanti dalla Regione. Siamo completamente d’accordo, ma tutto il Veneto merita collegamenti efficienti, sostenibili e moderni. La stessa Pedemontana Veneta va connessa al Bellunese e al cuore dell’Europa”, rimarca Berton.
“Le istituzioni a tutti i livelli trovino la soluzione tecnica migliore e più sostenibile, anche attraverso il dialogo con le comunità locali ma senza farsi imbrigliare da minoranze rumorose. Deve prevalere la visione del futuro, l’interesse generale e perciò il coraggio delle scelte. Noi siamo disponibili a fare la nostra parte”, conclude Berton.

Da Confindustria Belluno Dolomiti

Leggi altro

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche