• 03/03/2024

Store Holding, l’arredo che convince

 Store Holding, l’arredo che convince

Store Holding è una dinamica realtà del settore dell’arredamento in continua crescita. Abbiamo intervistato Francesco Donà, il suo amministratore unico 

Store Holding, con sede a Mira, in provincia di Venezia, offre oggi, nel triveneto, soluzioni di arredo per tutti gli ambienti di casa, con oltre 22 store mono-brand a insegna Febal Casa e Mobilturi, e vede nel prossimo futuro piani di continua crescita che coinvolgono negozi, personale e obiettivi strategici.

Store Holding (sito web) è specializzata nell’arredamento moderno e di design. Un design sempre più attento alle esigenze del cliente alla sostenibilità. Le soluzioni che emergeranno nei prossimi anni, per Francesco Donà, sono quelle relative al riciclaggio e al ripristino dei mobili usati.

Ma l’evoluzione del mercato dipenderà anche dalle preferenze dei consumatori, dalle innovazioni tecnologiche e dalle sfide ambientali ed economiche che si presenteranno. Oltre alla parte retail, la società è attiva in tutta la filiera dell’arredamento e del design anche grazie a IT.WORKS, studio che progetta e realizza spazi privati e collettivi nei settori exhibition, commercial, hospitality e residential.

La società vanta collaborazioni importanti con rinomati archistar, come la consolidata partnership con Stefano Boeri interiors.

Una storia, 4 generazioni: qual è il punto di partenza di Store Holding e come vede realizzato il suo futuro?

«La nostra è una storia tutta italiana. È la storia di una famiglia, della sua passione e della sua dedizione continua nell’innovare il mercato. Siamo partiti da un sogno, come quello di molte aziende italiane, un sogno che ha saputo rinnovarsi continuamente.

Tutto ha inizio nei primi del Novecento con il fondatore, Guido Donà, il mio bisnonno e nonno di Piergiorgio Donà, mio papà. Un secolo di storia imprenditoriale che ha reso l’azienda solida e ben strutturata: la nostra visione familiare ci ha sempre permesso di distinguerci ed emergere. Store Holding ha progettato una scelta orientata al futuro, riconoscendo l’importanza di innovarsi e adattarsi a un mercato sempre più complesso e volatile.

Nonostante le sfide, siamo convinti, oggi più di ieri, che ci siano ancora opportunità da cogliere con brand di rilevanza nazionale in diversi settori dell’arredamento. Store Holding si impegna a mantenere viva la propria società e a continuare a innovare e crescere, puntando sull’esperienza accumulata in quattro generazioni e sulla dedizione alla passione imprenditoriale.

Ad esempio, riconosciamo l’importanza della trasformazione digitale nel settore dell’arredamento e siamo impegnati a integrare strategie innovative per adattarci alle nuove tecnologie e alle aspettative dei clienti sempre più digitalmente orientati. Una delle priorità per Store Holding è l’implementazione di una solida presenza online e di un ecosistema digitale avanzato. L’azienda mira a offrire ai clienti un’esperienza intuitiva e personalizzata, ciò include la creazione di un ecosistema user friendly, nonché la possibilità di interagire con consulenti virtuali o chatbot per rispondere alle domande dei clienti in tempo reale».

Quali sono le principali competenze oggi presenti in azienda?

«In azienda abbiamo diverse competenze chiave che contribuiscono al successo e alla gestione efficace delle attività. Nel settore marketing, disponiamo di una solida competenza indispensabile per analizzare il mercato, le tendenze e le esigenze dei clienti, per sviluppare strategie di branding e promozione, nonché implementare campagne pubblicitarie efficaci. Nell’area commerciale e vendite, siamo in grado di gestire il cliente e le relazioni attraverso diversi canali.

Il gruppo commerciale di Store Holding lavora per identificare nuove opportunità di business, stabilire rapporti di fiducia con i clienti e raggiungere gli obiettivi di vendita stabiliti. Oltre a stringere solide partnership con le migliori aziende produttrici del settore per garantire al cliente un’accurata selezione di brand che rispondono a rigidi criteri valutativi.

Crediamo molto nella formazione continua e dello sviluppo delle competenze interne, tanto che abbiamo istituito la Store Holding Academy, business school che offre il miglior programma formativo ai giovani consulenti d’arredo che vogliano intraprendere un solido e florido percorso professionale. La nostra Academy propone corsi e master con professori universitari, professionisti del settore e un consolidato percorso con le migliori professionalità dell’azienda.

Storica è la partnership con Golia Pezzulla, con cui l’Academy ha realizzato l’executive master in “Carisma e comunicazione per Retailer”. L’obiettivo ultimo dell’Academy è sviluppare talenti interni, promuovere la crescita individuale e collettiva e garantire una forza lavoro altamente qualificata».

Stiamo vivendo un periodo storico ed economico complesso: quanto l’esperienza familiare riesce a sostenere le idee di impresa future che intende attivare?

«L’esperienza familiare può svolgere un ruolo significativo nel sostenere le idee di impresa future di Store Holding. Le aziende a conduzione familiare spesso vantano una lunga tradizione imprenditoriale e una profonda conoscenza del settore in cui operano. Questa esperienza può fornire una base solida per affrontare le sfide e identificare opportunità nel contesto economico mutevole.

Tuttavia, è importante sottolineare che l’esperienza familiare da sola potrebbe non essere sufficiente per affrontare tutte le sfide. È necessario anche un costante impegno nell’innovazione, nell’apprendimento e nell’apertura al cambiamento. Store Holding integra l’esperienza familiare con idee fresche provenienti da diverse fonti, come consulenti esterni, collaborazioni strategiche e nuovi talenti, al fine di rimanere all’avanguardia nel settore e affrontare con successo le sfide future».

Come sono cambiati il mobile e il design e, di conseguenza, il loro mercato negli ultimi anni? Come cambieranno, secondo lei, in futuro?

«Negli ultimi anni, il settore del mobile e del design ha subito diverse trasformazioni significative, che hanno influenzato il mercato in vari modi. Dal design sempre più attento alle esigenze del cliente alla sostenibilità e i conseguenti mobili eco-friendly, realizzati con materiali riciclati, dalla tecnologia integrata alle esperienze di acquisto online, le sfide da affrontare sono diverse, ma anche molto motivanti. In futuro, sarà necessario prestare molta attenzione al design sempre più personalizzato e alle esperienze immersive richieste dal pubblico: la realtà aumentata, ad esempio, permette di visualizzare i mobili nell’ambiente domestico prima dell’acquisto.

E ancora, dobbiamo fare sempre più attenzione alla sostenibilità e alle soluzioni che emergeranno sicuramente nei prossimi anni per il riciclaggio e il ripristino dei mobili usati. È importante notare che l’evoluzione del mercato dipenderà anche dalle preferenze dei consumatori, dalle innovazioni tecnologiche e dalle sfide ambientali ed economiche che si presenteranno».

Il design italiano e il made in Italy sono ancora garanzia di qualità? Quale consiglio darebbe ai giovani neolaureati in questo settore?

«Il design italiano e il marchio “made in Italy” sono oggi considerati sinonimi di qualità ed eccellenza nel settore. L’Italia ha una lunga tradizione nel design e nella produzione di mobili, oggetti d’arredo e prodotti di lusso, che sono apprezzati a livello internazionale per la loro estetica, l’artigianalità e l’attenzione ai dettagli. Nonostante la concorrenza globale e i cambiamenti nel panorama economico, il design italiano continua a distinguersi per la sua combinazione di creatività, innovazione e qualità artigianale. Questo si riflette nella reputazione positiva che i prodotti italiani hanno guadagnato nel corso degli anni.

Ai giovani che desiderano entrare in questo settore, consiglio di coltivare le loro passioni, di non smettere mai di sperimentare e quindi di differenziare le loro idee dal resto del mondo, ma anche di tornare a valorizzare la qualità e l’artigianalità italiana, sempre tenendo sotto controllo le novità e i traguardi raggiunti dalla sostenibilità. La determinazione, la perseveranza e la capacità di adattamento sono qualità importanti per avere successo nel settore del design. Mantenete un atteggiamento aperto all’apprendimento continuo e siate pronti ad affrontare sfide e opportunità che si presenteranno lungo il percorso».

VENETO ECONOMY - Store Holding, l’arredo che convince
Francesco Donà

Leggi altro su Storie di Copertina

Anna Fogarolo

Copywriter, scrittrice, esperta comunicazione digitale

ADV

Leggi anche