• 03/03/2024

Veneto, record di turisti stranieri nel 2023

 Veneto, record di turisti stranieri nel 2023

Il Veneto è la regione italiana con il più alto livello di internazionalizzazione dei flussi turistici. Lo conferma il record di turisti stranieri nel 2023

Terminate le vacanze di Natale è tempo di bilanci anche nel settore del turismo, e la regione Veneto riserva diverse sorprese.

L’’istituto Demoskopika” comunica dati decisamente ottimistici: il Veneto si è confermato tra le mete preferite durante le vacanze natalizie 2023 e ha registrato un tasso di turisti stranieri pari al 64,3%. Possiamo così definire il Veneto la regione italiana con il più alto livello di internazionalizzazione dei flussi turistici.

Turisti che in prevalenza provengono da Germania, Stati Uniti, Austria, Francia e Regno Unito, posizionandosi davanti al Lazio, 62,1%, e al Trentino-Alto Adige, 55,7%.

In particolare il Gruppo Turismo e Cultura di Confindustria Veneto Est, sebbene con equilibrato ottimismo, sottolinea come il turismo in Veneto sia ripartito in maniera decisamente importante, soprattutto nelle province di Venezia, Padova, Treviso e Rovigo, grazie all’arte e alle spiagge: da gennaio a settembre il Veneto Orientale ha registrato nel complesso oltre 11,2 milioni di arrivi, +17,6% rispetto allo stesso periodo 2022, e 41,3 milioni di presenze (+7,6%), tornando per la prima volta sopra i livelli pre-pandemia per gli arrivi (+2% sul 2019) e vicino a chiudere il gap per i pernottamenti (-1,3%).

«Come conferma il focus dedicato al settore dal Centro Studi Confindustria, il turismo dimostra ancora una volta di essere forza trainante dell’economia italiana in un momento delicato come questo, grazie anche al contributo degli stranieri – commenta Salvatore Pisani, Presidente Gruppo Turismo e Cultura di Confindustria Veneto Est -.

Il Veneto in particolare, con la sua unicità culturale, paesaggistica, imprenditoriale e produttiva, conferma la forte attrattività per i flussi turistici internazionali, un vero e proprio asset per la crescita del settore e dell’occupazione.

È ancora presto per definire l’andamento della stagione invernale, ma i primi segnali sono positivi e c’è tanta voglia di trascorrere i giorni di vacanza nelle principali destinazioni turistiche del nostro territorio, con le città d’arte in cima alle preferenze e alla spesa dei turisti stranieri.

Per i giorni di Capodanno, in particolare, gli hotel di Venezia registrano già un’occupazione sopra al 60% e puntano al sold out, grazie anche ai numerosi eventi in città, nei teatri e nei musei. Un’industria del turismo che resta fiduciosa per il 2024 e che per questo merita di essere ancora più aiutata e potenziata».

VENETO ECONOMY - Veneto, record di turisti stranieri nel 2023

 

Leggi altro su Storie di Copertina

Anna Fogarolo

Copywriter, scrittrice, esperta comunicazione digitale

ADV

Leggi anche